Milano in Comune: un candidato sindaco che viva con voluta ingenuità le differenze di dettaglio, valorizzando la visione d’insieme che ci accomuna


mattia 14-01-2015.pngLa sinistra a Milano non trova un candidato, eppure non dovrebbe essere così difficile. Abbiamo la pretesa di rappresentare la maggior parte della cittadinanza, quella moltitudine di persone schiacciate da un sistema che brutalmente, in nome del profitto di pochi, distrugge i diritti, le libertà e la dignità di molte e di molti, allora cosa ci manca? Perché è così difficile trovare una persona che ci rappresenti tutte e tutti?

Curzio Maltese e Gherardo Colombo li avrei sostenuti e votati con piacere, ma personalmente sono convinto che abbiano fatto bene a non accettare la candidatura, al di là delle rispettive motivazioni, credo che possano fare molto di più per la nostra società continuando a fare quello che già fanno splendidamente.

In tutto questo, i partiti (Rifondazione Comunista, Possibile, L’Altra Europa con Tsipras) non riescono a fare quello che dovrebbero, non riescono ad essere strumenti utili ai cittadini per organizzarsi e lottare, non solo non riescono a farlo, ma dimostrando l’incapacità di superare il settarismo, contribuendo a complicare la situazione, a dividere invece che unire. Poi ci sono comitati, i civici, che si ritrovano comprensibilmente ad avere lo stesso limite dei partiti, perché sia nei partiti che nei comitati, sono sempre e solo le persone a fare la differenza.

E allora, lo volete un candidato? Io sono a disposizione, mi sono da poco trasferito a Milano e la prima cosa che ho fatto è stata prendere la residenza qui, perché sono convinto che fare politica nella città che ci ospita sia non solo un diritto ma pure un dovere. Ho 30 anni, sono laureato in filosofia, vivo la politica come una necessità, non si può vivere in una comunità e non “fare” politica. Appena arrivato in città, sono stato “lavorativamente accolto” da una grande catena di profumerie che calpesta i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, ho provato a denunciare la cosa, ma sono stato censurato dai media e non preso in considerazione dai politici ai quali mi sono rivolto. Sono radicale, (uno di quelli “di” Pannella, che in questi giorni così difficili per lui, pare sia tornato “di moda”), negli ultimi anni ho tentato di dare il mio contributo per una sinistra che riscopra il significato stesso della parola “sinistra” stessa, facendosi protagonista di una nuova stagione di lotta per la difesa e l’affermazione di nuovi diritti e nuove libertà.

Da radicale, ho contribuito alla nascita del comitato veronese a sostegno de L’Altra Europa in occasione delle elezioni europee, successivamente con le compagne e i compagni veronesi e ho partecipato all’esperienza de L’Altro Veneto, in occasione delle elezioni regionali. Lo scorso giugno, mi sono iscritto a Possibile, mantenendo la tessera radicale.

Sono convinto che la “doppia tessera” sia lo strumento più adatto a superare il settarismo e, disobbedendo agli statuti, mi iscriverei volentieri a tutti i partiti e i movimenti che lottano per una società altra, che non si regga sui privilegi, ma sui diritti di tutte e di tutti, una società che non consideri l’ambiente una risorsa da sfruttare, ma una casa da abitare.

Volete un candidato che creda nel nostro progetto di una Milano in Comune, un precario come tanti da contrapporre ai super-manager, uno “straniero” che possa essere aiutato dai milanesissimi illustri che da sempre orbitano nel mondo della sinistra, un attivista che vive con voluta ingenuità le differenze di dettaglio, valorizzando la visione d’insieme che ci accomuna, un ragazzo che si impegna per costruire una società inclusiva, fatta con (e di) partecipazione? Sono a disposizione.

Mattia Da Re

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...